Pangeanic fu la prima agenzia di traduzione al mondo a fare un uso commerciale del sistema statistico di traduzione automatica Moses, come riportato all’Associazione per la traduzione automatica nelle Americhe (AMTA) nel 2010 e al progetto dell’Unione Europea Euromatrixplus. Oggigiorno, i motori di traduzione automatica neuronale di Pangeanic sono di prima classe e sono stati scelti dalle agenzie governative statunitensi, dall’Unione Europea e dagli Stati membri, così come da molte agenzie di traduzione.

Decine di aziende, imprese e fornitori di servizi linguistici hanno beneficiato di un approccio flessibile, incentrato sull’utente e che fornisce agli utenti i più alti livelli di controllo, personalizzazione e proprietà.

PangeaMT è la divisione di tecnologia di traduzione indipendente di Pangeanic, con un chiaro focus sulla traduzione automatica (MT) personalizzata e specifica per il dominio.

Traduzione automatica neuronale

È opinione generalmente condivisa che la traduzione automatica neuronale (NMT) abbia superato la traduzione automatica statistica (SMT) in termini di fluidità e adeguatezza quando gli esseri umani leggono i testi prodotti dal software. La NMT utilizza una grande rete neuronale artificiale che assomiglia a ciò che accade nel cervello umano con migliaia di connessioni. Uno dei principali vantaggi della NMT è che il contesto della traduzione è molto più lungo di quello della SMT (traduzione a livello di frase). Attualmente, gli sviluppatori utilizzano principalmente approcci sequenza-sequenza in cui viene preso in considerazione l’intero contesto della frase. Con l’uso della NMT aumentano l’accuratezza e la fluidità delle traduzioni. Altri vantaggi della NMT rispetto alla SMT sono che la NMT richiede solo una frazione della memoria necessaria alla SMT e tutte le parti dei modelli NMT sono addestrate congiuntamente (approccio end-to-end) al fine di massimizzare la prestazione di traduzione. Pangeanic è in prima linea nella ricerca e nello sviluppo di tecnologie di traduzione che incorporano la NMT, integrandola in diversi processi.

Pangeanic ha sviluppato e utilizzato la traduzione automatica per molte applicazioni. Ha riportato casi di utilizzo di successo per molti dei suoi clienti in occasione di eventi del settore come Localization World Barcelona 2011, Localization World Paris 2012, Localization World London 2013, nonché numerosi vertici TAUS negli Stati Uniti, in Europa e in Giappone, META Forum Berlin 2013 e Japan Translation Federation.

Pangeanic's Syntax-Based Hybrid Machine Translation

Pangeanic’s Syntax-Based Hybrid Machine Translation

Pangeanic era anche uno dei maggiori donatori di dati formativi a TAUS, che a sua volta forniva l’accesso a milioni di parole come corpus formativo. Questo ha rafforzato la piattaforma PangeaMT e ha fornito al nostro team l’opportunità di sperimentare ulteriormente, con milioni e milioni di frasi allineate. La traduzione automatica è entrata a far parte della cultura aziendale dal 2009. Da allora, i servizi di traduzione automatica per aziende e persino per altre agenzie di traduzione sono diventati parte della gamma dei servizi di Pangeanic. Dal 2012 al 2016, Pangeanic è stato membro dell’azione Marie Curie dell’UE Progetto EXPERT, migliorando le tecnologie d’avanguardia con giovani ed esperti ricercatori.

EuroMatrixplus

EXPERT project translation technologies and machine translation

 

 

 

 

Pangeanic era anche uno dei maggiori donatori di dati formativi a TAUS, che a sua volta forniva l’accesso a milioni di parole come corpus formativo. Questo ha rafforzato la piattaforma PangeaMT e ha fornito al nostro team l’opportunità di sperimentare ulteriormente, con milioni e milioni di frasi allineate. La traduzione automatica è entrata a far parte della cultura aziendale dal 2009. Da allora, i servizi di traduzione automatica per aziende e persino per altre agenzie di traduzione sono diventati parte della gamma dei servizi di Pangeanic. Dal 2012 al 2016, Pangeanic è stato membro dell’azione Marie Curie dell’UE Progetto EXPERT, migliorando le tecnologie d’avanguardia con giovani ed esperti ricercatori.

Storia delle nostre soluzioni di traduzione automatica

In qualità di agenzia di traduzione lungimirante ed esperta in tecnologia, Pangeanic si è aggiudicata un contratto di post-editing nel 2007 per lavorare per la Commissione europea come post-editor degli output della traduzione automatica. È in quel momento che ci siamo resi conto delle esigenze degli utenti istituzionali e abbiamo (ri)valutato diversi prodotti commerciali di traduzione automatica che stavamo usando. Presto decidemmo di sviluppare la nostra tecnologia di traduzione automatica. Pangeanic è stato citato come il primo fornitore di servizi linguistici a fare uso commerciale di Moses nel programma di sviluppo in ambito UE euromatrixplus.net (la seconda versione più perfezionata di Moses).  Da allora, sono seguite numerose presentazioni, premi e implementazioni e Pangeanic si è fatta un nome come azienda leader nel settore dell’implementazione della traduzione automatica. Commercializza anche i suoi servizi di traduzione automatica in altre aree oltre l’industria della traduzione ed è fortemente coinvolto in altri due programmi di ricerca e sviluppo di traduzione automatica per l’UE, EXPERT e Casmacat (User Group).

Pangeanic ha ottenuto il contratto più importante per le infrastrutture della traduzione automatica per la Commissione europea (2017) con il suo progetto iADAATPA . La tecnologia di traduzione automatica neuronale è stata integrata nel flusso di lavoro di Pangeanic per avvantaggiare i suoi clienti con tempi di traduzione più rapidi. I motori basati su reti neuronali vengono utilizzati anche per progetti UE, da agenzie governative statunitensi e da compagnie internazionali sul cloud e on-premise.

Coppie di lingue e combinazioni

PangeaMT è stato sviluppato su un ampio quadro statistico, con stima della qualità e riqualificazione.

Questo ha funzionato molto bene in diverse lingue correlate (lingue romanze e inglese, tedesco e lingue scandinave). Tuttavia, i nostri collegamenti con l’industria giapponese hanno presto richiesto di aggiungere il giapponese e il cinese al nostro portfolio di servizi. Nel 2011, Pangeanic ha sviluppato servizi di traduzione automatica ibrida che sono stati inclusi come parte delle funzionalità del sistema. Nel 2017, tutti i nostri sistemi sono stati migrati in un nuovo framework basato su reti neurali.

Caratteristiche – Nessun servizio di traduzione automatica lock-in

Nonostante i nostri pregiudizi su Moses, siamo stati in grado di superare molte delle carenze di Moses per soddisfare le esigenze dell’industria della traduzione: le nostre soluzioni vanno oltre la traduzione automatica testuale e sono in grado di prendere input e produrre output in standard industriale, come TMX e XLIFF. PangeaMT fornisce l’accesso API ad altre piattaforme di traduzione cosicché non dovrai cambiare il tuo ambiente di traduzione, ma potrai trarre beneficio dall’aggiungere le tue future traduzioni in un virtuoso ciclo di riqualificazione.

Le nostre soluzioni ti permettono di evitare di rimanere bloccato in costosi aggiornamenti anno dopo anno.

Un’altra svolta di PangeaMT è il nostro decodificatore di markup inline. PangeaMT gestisce i tag in modo estremamente efficiente. I sistemi statistici di traduzione automatica (provenendo da pubblicazioni open source) di solito producono output di testo semplice perché si tratta dello stesso formato che elaborano. Tuttavia, siamo impazienti di vedere le soluzioni PangeaMT in uso e adattate ai requisiti più complessi del settore linguistico. Abbiamo concentrato i nostri sforzi sullo sviluppo di motori SMT in grado di gestire la codifica inline tipica di altri formati di contenuto utilizzati nei contesti di produzione di localizzazione. Grazie a questo decodificatore, PangeaMT può identificare gli inline senza tentare di tradurli, e rimetterli poi nel testo risultante. Un simbolo inline agisce innanzitutto copiando e trasferendo tutto l’XML e le informazioni del codice in un modulo separato. Il motore di traduzione fa il suo lavoro e poi rimette l’inline nel segmento tradotto. Al momento della sua uscita, il nostro decodificatore di inline costituiva un’innovazione ben al di sopra dell’attuale livello di maturità dei ben noti sistemi SMT. Continuiamo ad imparare e a migliorare con ogni sviluppo commissionato da una combinazione esistente o nuova di cliente e lingue. Rimaniamo pertanto aperti all’applicazione di nuove tecniche di ibridazione, anche di regole ad-hoc, che ricerchiamo e implementiamo o co-sviluppiamo in collaborazione con i nostri clienti. Siamo consapevoli del fatto che per alcune combinazioni linguistiche sarà necessario ricorrere ad alcune tecniche di informazione linguistica che faranno parte delle fasi di pre o post-elaborazione. Il corretto riordinamento di parole e frasi nell’output della traduzione automatica non è un obiettivo facile da raggiungere, specialmente quando le lingue coinvolte non sono strettamente collegate da un punto di vista linguistico, o quando una delle due lingue ha un ordine di parole molto flessibile ed è quindi impegnativa per la traduzione automatica. Delle procedure di correzione specifiche per alcune lingue possono tornare utili. In altri casi, potrebbe essere utile usare una lingua come pivot per addestrare i motori in lingue che non sono simili. Queste e altre tecniche possono essere utilizzate o prese come base per espandere la nostra gamma di soluzioni PangeaMT.

Per ulteriori informazioni su PangeaMT, visitare il nostro sito Web dedicato alla traduzione automatica.